Acer, il Cloudbook monta Windows 10

Acer, il Cloudbook monta Windows 10

acer Cloudbook

Il produttore taiwanese presenta i propri Cloudbook, dispositivi dalle caratteristiche hardware modeste e dalla forte propensione ad appoggiarsi ai server remoti del cloud. Windows 10 è in versione completa.

Acer ha comunicato le caratteristiche dei suoi nuovi Aspire One Cloudbook, un paio di sistemi ultraeconomici basati su hardware Intel e sistema operativo Windows 10. L’OS è completo ma lo storage non è granché, e non a caso i Cloudbook sono stati pensati soprattutto per un uso connesso in concomitanza con i servizi cloud.

I due modelli base di Aspire One Cloudbook includono un sistema con display (LCD-LED, risoluzione HD) da 11,6″ e uno da 14″, la CPU/SoC è in entrambi i casi un dual-core Intel Celeron N3050 così come la memoria di 2 Gigabyte, e sono equipaggiati con porte USB (una 3.0 e una 2.0), porta HDMI, connettività WiFi/Bluetooth, speaker e due microfoni integrati.

La batteria varia da quella a 4200 mAh e 2 celle del modello minore alla 4780 mAh (3 celle) del modello da 14″, mentre lo storage a stato solido (eMMC) integrato è configurabile fra i 16 e i 32 Gigabyte ed espandibile tramite scheda di memoria SD. Windows 10 Home, da solo, occupa in ogni caso 10 Gigabyte.

Per un sistema chiamato Cloudbook – marchio d’altronde non esattamente nuovissimo – è ovviamente prevedibile la disponibilità di un’offerta integrata di servizi telematici ad abbonamento, e i due nuovi dispositivi Acer includono giustappunto una sottoscrizione annuale a Office 365 Personal e un quantitativo di storage cloud su OneDrive variabile fra i 100GB e 1 Terabyte.

I “Chromebook killer” di Acer offrono l’esperienza “completa” di Windows 10 con in più l’accesso ai servizi remoti del cloud. La corporation asiatica ha deciso di commercializzarli con prezzi aggressivi: Aspire One Cloudbook 11 sarà disponibile in Europa da settembre con prezzi a partire da 269 euro, mentre Aspire One Cloudbook 14 sarà in vendita da ottobre a partire da 299 euro.

Comments are closed.